Articoli recenti

Archivi

Tag

Blog

Stella maris e visite guidate!

139960Sabato 5 Settembre si celebreranno a Taranto le festività della Stella Maris, storicamente legate alle tradizioni della pesca e della mitilicoltura in luoghi storici come Porta Napoli e la Città Vecchia. Festività celebrate ancora oggi grazie all’impegno e alla passione che alcune famiglie di pescatori e molluschicoltori del mar Piccolo continuano a tramandare, nella devozione popolare alla protettrice dei lavoratori del mare, legati da millenni ai due Mari.

 

In tale occasione, l’Associazione “Centro Studi Documentazione e Ricerca Le Sciaje” guiderà i visitatori all’interno dell’Esposizione Permanente sulla Mitilicoltura Tarantina “Il Tempo del Mare“, presso la Torre dell’Orologio in Piazza Fontana. Sarà un percorso didattico-divulgativo, un contributo per dare ai partecipanti la possibilità di leggere lo sviluppo storico-urbano di Taranto Vecchia attraverso le innumerevoli stratificazioni ancora visibili, che rischiano di scomparire per sempre o di essere dimenticate, e finalizzato alla conoscenza delle pratiche tradizionali e moderne delle attività produttive dei mari di Taranto.

Appuntamento Sabato 5 Settembre dalle ore 17 e 30 alle 20 alla Torre dell’Orologio, Piazza Fontana, Città Vecchia di Taranto.

Domenica 6 settembre 2015, invece, si terranno due passeggiate guidate alla scoperta della Taranto Minore, tra piazze, vicoli, postierle e palazzi della Città Vecchia, a cura di Angelo Cannata (contributo minimo di 3 euro a persona). Partenza dalla Torre dell’Orologio, con turno mattutino alle ore 10 e pomeridiano alle ore 17.
Per prenotazioni e informazioni

http://www.lesciaje.it

Tel 3889538912

PAGINA FACEBOOK LE SCIAJE TARANTO https://www.facebook.com/lesciaje.taranto

e.mail lesciaje@gmail.com

» continua a leggere

WalkAboutItalia a Taranto!

Venerdì 17 Luglio alle ore 19 farà tappa anche a Taranto, presso le Officine Tarantine, Darinka Montico con la presentazione del suo libro “WalkaboutItalia”!
Evento promosso da Le Sciaje Taranto e Officine Tarantine.

walkabout

dal sito : http://www.walkaboutitalia.com/

Buongiorno a tutti! Mi chiamo Darinka e sono una ragazza nata sul Lago Maggiore ma dal cuore zingaro e girovaga ormai da molti anni. Dopo aver vissuto per più di 16 all’estero (Stati Uniti, in Canada, Malesia, Tailandia, Laos, Australia, Nuova Zelanda, Inghilterra, Spagna e Hong Kong) sempre lavorando e adattandomi alle situazioni che il mondo mi presentava ho deciso di riconnettermi alle mie origini scoprendo il mio paese e per una volta imponendo le mie passioni e facendo in modo che il mondo si adattasse a me. Fotografare, Scrivere, Viaggiare e sognare. Senza fretta. Da qui nasce il progetto che ho sviluppato l’anno scorso. L’ho chiamato “Walkabout” con il riferimento alle passeggiate degli aborigeni nell’outback Australiano in età adolescenziale per riconnettersi con le loro origini ancestrali e ho camminato da Palermo a Baveno, un piccolo paese in provincia di Verbania, sul lago maggiore. A zig zag, percorrendo circa 3000 km, da sola, senza un euro in tasca e con una scatola nella quale inserivo in forma scritta i sogni delle persone che incrociavano il mio cammino. Aspiravo a sconfiggere il nulla, come Ayreyu nella “Storia Infinita” stimolando le fantasie della gente. Dopo sette mesi di cammino sono arrivata a casa, sempre senza soldi ma con un bagaglio di valore inestimabile. Una valigia di sogni e tanti nuovi amici!

Di questo viaggio ai confini tra realtà e fantasia ho scritto un libro, con lo stesso titolo del mio progetto : “Walkaboutitalia” uscito in libreria il 16 Maggio 2015, presentato in anteprima a Salone del libro di Torino. Il libro racconta in modo molto personale cosa mi ha spinta a partire, le paure che mi bloccavano e della loro scomparsa passo dopo passo, parla dell’incredibile ospitalità con la quale sono venuta a contatto diretto facendomi ospitare ogni giorno da chiunque incontrassi. Parla della bellezza, dell’immergersi completamente in essa, della filosofia pragmatica del camminare e dell’amore. Il libro è inoltre completo di 16 pagine a colori dove mostro fotograficamente gli squarci paesaggistici più suggestivi e immagini representative della quotidianità del nostro bel paese. Walkaboutitalia fondamentalmente è il risultato di una ricerca antropologica sui sogni degli Italiani, che come tutti, sognano quello che vorrebbero e non hanno, disegnando di conseguenza un ritratto lucido di denuncia sociale.

Quest’anno con l’idea di raccogliere nuovi sogni, conoscere nuovi amici, ritrovare quelli dell’anno scorso e promuovere il mio libro, dotata di una meravigliosa bicicletta in bambù, fatta su misura per me artigianalmente dai ragazzi di Carrus Cicli di Savona http://www.carrus-cicli.com/ partirò per una nuova avventura, partecipando a festival, fiere, e presentazioni in librerie sparse per tutta Italia. Il mio nuovo viaggio parte da Torino poi verso Bologna per partecipare al Festival Itaca e poi risalire verso il Friuli e parteciapare al giro d’Italia in 80 librerie organizzato dai ragazzi di letteratura rinnovabile, a seguire Urbino, “Letti di Notte” a Roma, Cilento, Viaggio Lento sul Pollino e tanti altri. Il mio libro è edito da “edizioni dei cammini”, una nuova casa editrice esclusivamente dedicata a viaggi a piedi e al camminare, ed è infatti parte di un’affascinante collana di cui fanno parte camminatori celebri come Dave Kunst, il primo uomo a farsi il giro del mondo a piedi, e David Le Breton. Disponibile in libreria o su Amazon e IBS LIBRI.

La strada in questi ultimi mesi di ritiro a scrivere mi è mancata non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura!

Darinka Montico

Appuntamento per Venerdi alle ore 19 nell’area giardino delle OFFICINE TARANTINE, in Via Di Palma!

» continua a leggere

“Taranto. Un anno in Città Vecchia” torna sull’Isola

perdono

Della Città vecchia di Taranto probabilmente nel giro di qualche decennio non resterà più nulla. Sarà sommersa dalle acque di due mari surriscaldati, o più semplicemente crollerà su se stessa (dopo secoli di dominio finalmente il domino) come di edificio in edificio continua a fare da molti decenni. Questo a ragionar da apocalittici, ma proviamo per un momento a guardare le cose da integrati. Ecco: i fondi europei, i privati, l’università, il turismo, le cozze biologiche e gli aperitivi. Comunque la si vuole vedere per gli abitanti storici non c’è scampo. Poi ci sarebbe quella che chiamano terza via, probabilmente una via crucis perché più faticosa, se vogliamo dolorosa, ma vuoi vedere cha alla fine ci potrebbe pure scappare il miracolo?

A3_taranto_maggio_2015

Il prossimo sabato, 30 maggio, a partire dalle ore 21:00, al Circolo ricreativo “da Zi’ Antonio”, Via di Mezzo-Vico Giglio, nei pressi della chiesa dei SS Medici invitiamo a partecipare alla presentazione di TARANTO. Un anno in Città vecchia di Cyop&KafNapoli Monitor edizioni. Un lavoro che raccoglie le fotografie dei 120 dipinti sparsi su muri e porte che chiudono vicoli e palazzi abbandonati della Città Vecchia di Taranto. Centoventi dipinti (alcuni sono già perduti, fusi, scorticati) da considerare come tanti indizi di un tesoro – quello che lentamente va sgretolandosi – da trovare cercando. Si tratta di quell’isola che da millenni, tra due mari, accoglie e stratifica storie, umori e passioni di chi la vive o anche semplicemente l’attraversa. Storie e passioni raccolte nelle 17 interviste a persone che nella Città Vecchia hanno vissuto,  vivono ma anche che lavorano per creare le condizioni andarci a vivere, perché considerato il luogo più importante della città.

Durante la serata, sarà proiettato il documentario Timoni Al Vento – Appunti visivi dalla Città Vecchia” di Cyop&Kaf con, a seguire, concerto di Dolores Melodia, con musiche della tradizione popolare di Napoli e di Taranto. 

Un ritorno a Taranto che segue un viaggio, partito a dicembre proprio da Via di Mezzo, che ha portato il libro a Venezia, Bergamo, Milano, Palermo e Napoli passando per San Francisco e continuerà a farlo con le presentazioni del lavoro anche a Bari (29 maggio) e Lecce (31 maggio). Incontri che saranno occasione di socialità e di festa popolare ma anche di confronto su pareri, idee e progetti sullo stato dei Centri Storici nelle nostre Città.

CyopKafSciaje5

La Città vecchia di Taranto abbandonata? Forse, ma una città con i “timoni al vento” se da un lato è alla deriva – e non per questo è destinata ad andare a picco – dall’altro lascia tutto lo spazio, concreto e potenziale, di ripensare la convivenza, i rapporti, la stretta relazione che intercorre tra nuove e antiche pietre e chi le vive. Sta a noi tutti cominciare a pensare cosa e come farlo – perché no? – anche a partire da pochi ma primari colori.

PC158096

(dall’introduzione del libro “Taranto. Un anno in città vecchia”):

Mentre scrivo, ma anche mentre mangio, appeso alla parete giusto di fronte la mia tavola, osservo distrattamente una delle poche cose concrete – insieme a dei libri strenna natalizia che la fabbrica donava agli operai – che mi è rimasta di mio nonno. Incorniciato sobriamente, altro non è che un pezzo di carta, impreziosito da una minuscola medaglietta bronzea. In bella grafica, colma degli stemmi dei dieci comuni italiani che nel secolo scorso hanno dato il loro tributo alla civiltà dell’acciaio, c’è scritto:

F.R. ha lavorato per 30 anni presso la società
ITALSIDER del gruppo IRI-Finsider
In segno di gratitudine per la fedeltà al lavoro e all’azienda
gli viene conferito questo
DIPLOMA DI BENEMERENZA
L’amministratore delegato, firma. Il presidente, firma. Gennaio 1981

Era la fabbrica di Bagnoli ovviamente, ma questo seppur minimo legame spiega almeno in parte perché diavolo sono finito a Taranto. Una coincidenza, direte voi. Con questa parola s’intende un fatto accidentale e casuale, ma anche, in ambito ferroviario, una corrispondenza favorevole fra due o più treni. Ecco, uno degli altri motivi che mi hanno spinto per un anno a fare incursioni in Città vecchia è il fatto che per tornare a Napoli da Grottaglie – dove fino a qualche anno fa c’era l’unico festival di arte pubblica che avesse un senso, sia per le modalità con le quali si svolgeva, sia per i risultati e il cambiamento che operava sull’immaginario del paese – ero costretto a cambiare treno a Taranto. Prima di ripartire ci passava un’oretta che puntualmente impiegavo perdendomi. Era sempre di mattina presto e un’inerzia scirocca attraversava il ponte. Oltre a me in giro pochi cani randagi, qualche raro spazzino, dei pescatori. Camminando camminando mi sono fatto sedurre dalle pietre, le crepe, la ruggine. Guardavo tutte quelle puntellature e immaginavo un terremoto che non c’è mai stato.

 

» continua a leggere

“Taranto. Un anno in Città Vecchia” sbarca anche a Palermo!

cyopkaf_valigia

Dopo la presentazione a Bagnoli, Taranto. Un anno in città vecchia e “Timoni al Vento” di Cyop&Kaf! saranno presentati a Palermo! Accompagnati da Angelo Cannata de Le Sciaje, i prossimi 11 e 12 maggio!

Il programma:

Lunedì 11 Maggio

Proiezione de “Il Segreto” di Cyop&Kaf
Alla presenza degli autori
ore 21.00 – contributo 4 euro
Cinema De Seta – via Paolo Gili 4

Martedì 12 Maggio – In collaborazione con Booq

Presentazione di “Taranto. Un anno in città vecchia” di Cyop&Kaf
Alla presenza degli autori
ore 18.00
Booq – vicolo della neve

————————–————————–———————-

PC158096

Il documentario. “Il Segreto”

“In molti quartieri di Napoli la raccolta degli alberi per il falò del giorno di Sant’Antonio è una tradizione, un rito, un gioco avventuroso che i ragazzi di strada si tramandano di generazione in generazione. Per chi li osserva da fuori è spesso solo una sequenza di atti di teppismo e schiamazzi fino a tarda ora, che si conclude con un pericoloso incendio troppo vicino ai palazzi.
Volevamo raccontare quello che accade in molte strade della città nel mese di gennaio, da un punto di vista il più possibile prossimo a quello di una banda di ragazzi. Seguirli nelle loro ricerche, osservare le alleanze e le scaramucce con altre bande, documentare i caratteri, il linguaggio, i codici di comportamento.
Eravamo certi che sarebbero emerse in questo modo, spontaneamente, tutte le domande che ci facciamo da tempo, e che è necessario farsi, sul rapporto che intercorre tra bambini e città.
————————–————————–———————-

CyopKafSciaje5

Il libro. “Taranto. Un anno in città vecchia”

Il libro raccoglie i dipinti realizzati da cyop&kaf tra i vicoli dell’isola nel corso degli ultimi dodici mesi. In appendice al volume il testo: Timoni Al Vento. Storie della Città vecchia raccontate da chi le ha vissute, a cura della redazione di Napoli Monitor.

http://www.cyopekaf.org/masterplan/taranto/
http://www.cyopekaf.org/books/taranto-2/
http://napolimonitor.it/

 

 

» continua a leggere

“Taranto. Un anno in Città Vecchia” a Bagnoli!

10418953_838940102839806_8991267361029528880_n

Ancora un appuntamento con Taranto. Un anno in città vecchia e “Timoni al Vento” di Cyop&Kaf!
Accompagnati da Angelo Cannata de Le Sciaje, stavolta saremo al Bancarotta di Bagnoli, Napoli – un luogo quantomai vicino alla nostra Taranto per il disastroso passato industrioale – giovedì 7 maggio alle 18!

PC158096

Il programma:

Presentazione di:
“Taranto. Un anno in città vecchia”

Proiezione di :
“Timoni al vento. Diario di bordo della città vecchia”

Intervengono :
Riccardo Rosa (Napoli Monitor)
Angelo Cannata ( Centro studi documentazione e ricerca Le Sciaje)

CyopKafSciaje5

La Mappa:
http://www.cyopekaf.org/taranto-map/

ore 21:00
Proiezione Napoli-Dnipro, cibo, musica, socialità

» continua a leggere

Taranto, un intenso ponte di inizio maggio!

L’Associazione Le SCIAJE anche quest’anno sostiene e parteciperà a due iniziative che riporteranno la partecipazione cittadina tarantina al centro dell’attenzione nazionale.

11159456_844196728988222_7429957474391593481_n

Si partirà domani, col concertone del 1° maggio organizzato dal Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti ma, omai, patrimonio della città intera, anticipato, in mattinata, dal fondamentale dibattito “Legalità; quale giustizia?”.

11117262_10206626813657807_4042350504803120368_n

A seguire, il 2 e 3 maggio, si terrà a Taranto  il RADUNO NAZIONALE GUERRILLA GARDENING, col fondamentale contributo di Ammazza che Piazza e la partecipazione di Officine Tarantine, Comitato di quartiere Città Vecchia, Casa Occupata Via Garibaldi.
Nell’ambito delle iniziative, sabato pomeriggio si terrà una breve visita guidata effettuata con la collaborazione di Angelo Cannata della Sciaje e Jonny Berardi di Domus Armenorum tra le vie del borgo antico.

Aggiungiamo, inoltre, che nel pomeriggio di domenica 3 maggio sarà visitabile la collezione etnografica di “Alfredo Majorano”, allestita nelle sale del secondo piano nobile di Palazzo Pantaleo.

Noi continueremo sempre le nostre attività accanto a chi, con forza, è deciso a non lasciarsi scippare la propria terra, i propri mari e il proprio futuro da chi già da troppi anni sta distruggendo la millenaria città di Taranto!

(per contattarci, cliccate QUI!)

» continua a leggere

Torre dell’Orologio, apertura straordinaria!

Foto tratta da http://www.corriereditaranto.it/verso-la-premiazione-del-concorso-le-croci-delladdolorata/

Foto tratta da http://www.corriereditaranto.it/verso-la-premiazione-del-concorso-le-croci-delladdolorata/

L’occasione dei Riti della Settimana Santa rappresenta, da anni, l’appuntamento annuale che rimette la Città Vecchia al centro della vita cittadina.

La tradizione, il folklore e la fede della Taranto popolare rivivono nelle musiche e nella volontà di recuperare la memoria, base vitale di una comunità.

L’associazione Le Sciaje da sempre concepisce e promuove la cultura come elemento di arricchimento collettivo, utile allo sviluppo di una vita di comunità consapevole della propria storia: conservazione del patrimonio storico-culturale non solo espresso con il restauro e i diversi interventi di recupero dei beni architettonici, ma anche custodendo identità, luoghi e tradizioni culturali positive.

E’ per questo che, durante la processione dell’Addolorata del giovedì 2 aprile prossimo, terremo aperta l’esposizione “Il Tempo del Mare”, allestita all’interno della Torre dell’Orologio in partenariato con il Centro Ittico Tarantino. Sarà il nostro modo di offrire a cittadinanza e turisti il nostro impegno di guide turistiche professionali abilitate per raccontare la storia della Torre, della Piazza Fontana e dell’Isola, nonché promuovere la conoscenza delle pratiche tradizionali e moderne delle attività produttive dei mari di Taranto.

» continua a leggere

OGGI 4 MARZO 2015 “TIMONI AL VENTO – UN ANNO IN CITTA’ VECCHIA” di CYOP&KAF a SAN FRANCISCO (US)

Wednesday, March 4 / 6:30 PM
book and video presentation: TARANTO. UN ANNO IN CITTÀ VECCHIA
@Istituto Italiano di Cultura, 814 Montgomery Street, San Francisco

http://www.cyopekaf.org/en/books/taranto-2/

 

 

iic_logo LaCittaIdeale iStock_000001277460SmallGGBridge

 

 

 

 

PC158096

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.iicsanfrancisco.esteri.it/IIC_SanFrancisco/webform/SchedaEvento.aspx?id=972

http://napolimonitor.it/2015/02/22/29101/san-francisco-e-columbia-il-segreto-tour-americano.html

 “Timoni al vento” nuovo libro di Cyop&Kaf presso Istituto di cultura italiana a San Francisco

 

EV Group & Salvatore Visone presenta:
Cyop&Kaf “Timoni al vento”. Taranto. Un anno in citta, parole e immagini della civilta’ dell’acciao.
Un viaggio nella memoria e di quello che resta del materiale umano che ha per anni ha contribuito alla civilta dell’acciao.
Taranto come Napoli hanno contribuito con le loro acciaerie ad una economia che si e rivelata devastante, per gli uomini e per i loro territori.
Cyop & Kaf, raccontano la citta’ vecchia di Taranto, dipingendola, rivivendola attraverso le loro opere. Consapevoli che in un prossimo futuro, quelle mura, quella memoria verra’ cancellata, rimossa, per fare posto a chissa’ quale orribile nuova speculazione spacciata per progresso.
Allora come di incanto le loro opere dipinte sui muri delle citta’ vecchia ridanno dignita’ a chi ci ha vissuto e morto senza poter scegliere come.

EV Group & Salvatore Visone presents:
Cyop & Kaf “Timoni al vento”. Taranto. A year in the city, words and images of the civilization of the steel.
A trip down memory lane and what remains of the human material that has for years contributed to the civilization of the steel.
Taranto as Napoli have contributed their steel mills to an economy that has proved devastating for men and for their territories.
Cyop & Kaf, tell the old town of Taranto, portraying it, reliving it through their works. Aware that in the near future, those walls, that memory will be erased, removed, to make way for who knows what horrible new speculation passes for progress.
Then how to spell their works painted on the walls of the old city give back dignity to those who have lived and died without being able to choose how.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

» continua a leggere

My Little House #3 a Taranto Vecchia

mylittlehouseIl progetto My Little House, il  progetto di residenze d’artista/mostre in casa, per la terza edizione, è approdato a Taranto Vecchia!
Il 28 febbraio, sabato sera, ci sarà l’opening house e i lavori di Cristina Pancini, frutto della residenza che farà tra il 23 e il 28 febbraio nell’appartamento, verranno esposti al pubblico.

Il progetto di residenza d’artista, nato a Milano, dopo la data catanese approda a Taranto.

Scrivono gli organizzatori: “ La prima volta che abbiamo messo piede nella cosiddetta Città dei due Mari, ci siamo innamorati, soprattutto di Taranto Vecchia, la parte insulare della città, collegata al resto dell’Italia soltanto da due ponti. Ricca di fascino e unicità, con una storia millenaria alle spalle e qualche ferita di troppo a causa dei problemi ambientali che l’hanno minata, si è dimostrata la città con il substrato culturale ideale. I suoi abitanti, orgogliosi e tenaci nel difenderla, ci hanno aperto le loro porte e, per la prima volta, proprio qui abbiamo trovato dei sostenitori, senza i quali sarebbe stato impossibile realizzarla. Ringraziamo pertanto: la società Logos Eventi e Congressi, l’agenzia viaggi Magirò Viaggi e il Bed & Breakfast Il Tulipano, Cesare e Stefano Bellucco S.A.S.”

L’idea iniziale è di Fulvio Ravagnani, con l’obiettivo di destrutturare i soliti spazi per l’arte, troppo istituzionali e un po’ ingessati e finalmente creare una dimensione più intima, meno formale, anticonvenzionale, dove l’artista si senta stimolato dall’esperienza della convivenza con un estraneo.

Sull’Isola di Taranto, la famiglia Cafarelli – Aglaia, Fabrizio, Clara e Carlo – dal 23 al 28 febbraio ha messo a disposizione di Cristina Pancini, artista toscana contemporanea e protagonista di questa terza edizione, la sua casa in Arco Giovanni Paisiello 12: “Abbiamo accettato con entusiasmo di partecipare al progetto perché la nostra casa, nella sua semplicità, è da sempre un elemento caratterizzante della nostra famiglia: cambia e si evolve insieme a noi – commentano i padroni di casa -. L’idea che i nostri bambini possano vivere nella loro casa un’esperienza così pregnante con l’arte e possano poi condividerla, ci riempie di gioia”.

Appuntamento per l’Opening House sabato 28 febbraio alle ore 19:00, in Arco Paisiello 12, a Taranto Vecchia.

Periodo di apertura al pubblico su appuntamento: 28 febbraio – 28 marzo 2015, scrivendo ad Antonella Scaramuzzino (anto.scaramuzzino@gmail.com)

Rassegna stampa:

http://www.siderlandia.it/2.0/index.php/abitare-con-larte-per-vivere-larte-my-little-house-a-taranto/?123

http://www.tarantoeventi.it/02/2015/larte-bussa-alle-porte-di-taranto-vecchia-con-il-progetto-my-little-house/

http://www.sedicotaranto.it/2015/02/18/perche-non-puoi-perderti-il-progetto-little-house-taranto-vecchia/

 

 

» continua a leggere

Le Sciaje on the road: VENEZIA, BERGAMO e MILANO!

Da domani, Le Sciaje, rappresentate da Angelo Cannata, saranno presenti a Venezia, Bergamo e Milano per importantissimi eventi che porteranno Taranto in modi e luoghi inediti!

Si parte con la Mostra di fine residenza Fondazione Bevilacqua La Masa

(evento Facebook QUI )

monocromitarantini_bonatoSarà inaugurata giovedì 22 gennaio 2015, nella Galleria di Piazza San Marco della Fondazione Bevilacqua La Masa, la Mostra di fine residenza degli artisti assegnatari di un Atelier presso l’Istituzione veneziana per l’anno 2014.
Le Sciaje hanno collaborato al progetto di Saverio Bonato, mirato a riflettere, con una sensibilità lontana dal rumore mediatico che accompagna le notizie, sui problemi di inquinamento ambientale provocati dall’Ilva di Taranto che hanno causato e continuano a causare ricoveri e morti per cause respiratorie e malattie tumorali. L’artista presenta in mostra i Monocromi Tarantini, una serie di tele che ha disposto nel territorio di Taranto, permettendo il depositarsi su di esse delle polveri ferrose che diventano pigmento. Ad esse si affianca una pubblicazione in cui sono raccolti gli scritti prodotti da giornalisti, curatori, ricercatori e cittadini (tra cui, appunto, Angelo), accanto alla documentazione fotografica del lavoro.

 

cyopkaf_valigiaPoi, ci si sposta in Lombardia per accompagnare Cyop e Kaf durante le presentazioni dei loro lavori a Taranto:

Venerdì 23 Gennaio ore 21.30
Presentazione di TARANTO. UN ANNO IN CITTA’ VECCHIA
con proiezione di TIMONI AL VENTO. Diario di bordo dalla Città vecchia
Macao, Viale Molise 68 a Milano

Sabato 24 Gennaio ore 21.00
Proiezione de IL SEGRETO e presentazione di TARANTO. UN ANNO IN CITTA’ VECCHIA
Teatro Tascabile Di Bergamo | Ex-monastero del Carmine | ingresso da via Boccola angolo piazza Mascheroni

Domenica 25 Gennaio dalle 18.00 a sera tarda
Presentazione di TARANTO. UN ANNO IN CITTA’ VECCHIA
con proiezione di TIMONI AL VENTO. Diario di bordo dalla Città vecchia
Folletto25603 | Parchetto di via Lattuada | Abbiategrasso | Milano. La Terra Trema

» continua a leggere